rss001

La sindrome delle apnee ostruttive nel sonno è un disturbo respiratorio del sonno caratterizzato da episodi ripetuti di completa (apnea) o parziale (ipopnea) cessazione del flusso d’aria all’interno dell’organismo nella fase di inspirazione. Le ripetute alterazioni della meccanica ventilatoria e della respirazione portano al risveglio transitorio, anche inconsapevole del paziente, con conseguente ripristino della pervietà delle prime vie aeree. Questo sonno disturbato si traduce in vari e seri scompensi nervosi e cardiovascolari che finiscono col privare il soggetto affetto di una normale qualità ed aspettativa di vita determinando  ipossia, ipercapnia intermittente, variazioni della frequenza cardiaca, aumento dei valori della pressione arteriosa, sia sistemica sia polmonare.  L’OSAS può avere un impatto significativo sulla qualità della vita, apportando stress nelle relazioni tra partner che dormono nello stesso letto, in famiglia o sul posto di lavoro. 

Sono diverse le cause di questa malattia. Tra  queste vi è  la riduzione delle forze espansive del muscolo dilatatore faringeo,  la disfunzione del muscolo genioglosso e la mancanza di coordinazione tra l’attività inspiratoria del muscolo e lo sforzo respiratorio il quale riveste un ruolo importante nella progressione della malattia. A carico dei tessuti molli la macroglossia e l’ipertrofia adenotonsillare. Anche anomale strutture della mandibola come la micrognazia o la retrognazia possono rappresentare fattori predisponenti. La sindrome risulta più frequente in pazienti obesi nei quali l’accumulo di grasso nella regione del collo produce un restringimento delle vie aeree faringee diminuendo cosi il passaggio di aria.

bambino che dorme

rss001

La patologia delle OSAS ha origine complessa e spesso necessita di un intervento multidisciplinare di neurologo, otorinolaringoiatra, pneumologo ed odontoiatra. L’odontoiatra è divenuta  una figura chiave in questo contesto diagnostico e terapeutico infatti  lo stesso Ministero della Salute ha  interpellato una delle principali associazioni di categoria, ossia ANDI, nella fase di redazione delle Linee guida nazionali per la prevenzione ed il trattamento della Sindrome da apnee ostruttive del sonno (OSAS), che sono state pubblicate a inizio 2015.

Se tu o tuo figlio  soffrite di OSAS o mostrate una combinazione dei sintomi quali russamento, sonnolenza diurna, pause del respiro durante il sonno, una cura è essenziale. Chiedici di sottoporti a un test di Screening per la Valutazione del Rischio di Apnea oppure Se ti è già stata diagnosticata un’apnea ostruttiva nel sonno da lieve a moderata, valuta l’opportunità di utilizzare un apparecchio intraorale per la riduzione delle OSAS.

 Noi siamo certificati all’utilizzo della metodica Somnodent.

Approfondimenti

http://somnomed.com/patients/somnodent-product-information-for-patients/

http://www.ildentistamoderno.com/patologie-del-sonno-il-ruolo-dellodontoiatra/

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2307_allegato.pdf

Dove siamo

Lavoriamo in consulenza per molti colleghi odontoiatri ed in collaborazione con medici esperti di altre branche. Sappiamo di essere anche noi per questi colleghi un punto di riferimento della cultura ortodontica.

Richiedi informazioni

Seguici su Facebook