agenziaentrate

Ortodonzia di Famiglia si preoccupa di tutta la famiglia trattando i piccoli pazienti ma anche dando informazioni ai genitori su come far diminuire l’aggravio fiscale di cure ortodontiche sul bilancio familiare! In questo articolo vi spiegheremo quali sono e come detrarre le spese dentistiche detraibili delle terapie ortodontiche dei vostri figli.

Le SPESE MEDICHE 2018, e in particolare le CURE DENTISTICHE ODONTOIATRICHE E ORTODONTICHE, godono di una DETRAZIONE pari al 19 % Irpef, sia se queste vengono effettuate dal contribuente che per conto del CONIUGE o FAMILIARE a carico.

La detrazione è pari aL 19% del loro ammontare con una franchigia di 129,11 euro. Cosa vuol dire? Chi fa la denunzia dei redditi deve raccogliere tutte le fatture delle spese mediche, comprese le spese per le cure dentali proprie e della famiglia  e le cifre vengono sommate. A questo punto si sottrae la franchigia di 129,11 euro e sulla restante parte viene calcolato il 19%. Il risultato di questa operazione viene a sua volta sottratto dall’imposta Irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche) che risulta da versare per cui si recupera una cifra che può essere molto utile al bilancio familiare. Se l’imposta è già stata versata dal sostituto d’imposta (datore di lavoro) in misura eccedente rispetto a quanto effettivamente dovuto all’Agenzia delle Entrate, si ha diritto ad un rimborso che avviene sempre in busta paga e nella maggior parte dei casi si ha nel mese di luglio successivo rispetto alla presentazione della denunzia dei redditi.

detrazioni fiscali cosa sono come funzionano come ottenerle scaricarle

agenziaentrate

Il limite massimo di detrazione per le spese sanitarie per i familiari nel 2018 è pari a 6197,48 euro, ma se tale soglia viene superata con importo superiore a 15.493,71 euro, le detrazioni possono essere rateizzate in 4 anni nelle successive quattro dichiarazioni dei redditi 2019-2023.

I medici, gli ospedali, le strutture sanitarie private, gli studi dentistici hanno l’obbligo di trasmettere entro il 31 gennaio di ciascun anno d’imposta i dati delle spese sanitarie effettuate dai contribuenti all’Agenzia delle Entrate accedendo al “sistema tessera sanitaria” TS messo a disposizione del fisco ai fini della elaborazione della dichiarazione precompilata online. Nel sistema Tessera Sanitaria sono elencati per ogni contribuente i totali di spesa e di rimborsi per tipologie di spesa fatta eccezione delle spese per le quali l’assistito ha manifestato opposizione spese mediche sanitarie.

L’Agenzia delle Entrate quindi determina l’importo complessivo delle spese mediche e odontoiatriche detraibili e le indica nel modello 730 precompilato 2018.

Per ottenere le detrazioni è necessario conservare le fatture per le spese ortodontiche prodotte dallo studio dentistico. La fattura, ricevuta fiscale, parcella o scontrino parlante, su cui devono essere per forza indicati il codice fiscale, il tipo di prestazione o natura, devono essere sempre conservati dal contribuente nei propri archivi o consegnato al commercialista.

Ortodonzia di Famiglia è sempre al servizio della FAMIGLIA!

Dove siamo

Lavoriamo in consulenza per molti colleghi odontoiatri ed in collaborazione con medici esperti di altre branche. Sappiamo di essere anche noi per questi colleghi un punto di riferimento della cultura ortodontica.

Richiedi informazioni

Seguici su Facebook